Riutilizzo, un settore promettente per il futuro?

In Vallonia, come altrove nel paese, ci sono aziende curiose che stanno emergendo. Il loro core business? Non più semplicemente demolire le case da sostituire, ma smantellarle per recuperarne i materiali.

Naturalmente, non si tratta di una novità. Nell’ambito della costruzione e della ristrutturazione, non è raro che alcuni proprietari utilizzino un appaltatore per collocare i materiali recuperati in altri siti. Ma questa è ben lungi dall’essere la regola e, il più delle volte, si trattava di riutilizzare materiali rari.

Un passo avanti ecologico

Oggi stanno emergendo aziende che propongono di non demolire la vostra casa facendo attenzione a questo muro di vecchie pietre francesi che potrebbero essere recuperate, ma piuttosto di smantellarla per recuperare tutto ciò che può essere recuperato. Il vantaggio è economico ed ecologico.

In effetti, sembra che il Belgio si trovi nella media europea in termini di impronta ecologica in termini di costruzione. Le statistiche parlano da sole: il 50% delle risorse naturali viene “consumato” dal settore delle costruzioni, che è anche la fonte del 40% dei rifiuti.

Ma anche economico

Nel supplemento Living del quotidiano Le Soir, Benoît Janssens, di ASBL Ressources, vede anche questo come un aspetto puramente economico. Secondo lui, la decostruzione necessaria per il riutilizzo dei materiali richiede molta manodopera, spesso poco o per nulla qualificata.

La scelta del reimpiego potrebbe quindi rimettere al lavoro persone che faticano a trovare lavoro a causa del loro basso livello di formazione.

Critiche

Naturalmente, questa non è la soluzione definitiva. Alcuni sottolineano, ad esempio, che alcuni materiali, necessari per l’architettura moderna, non sono disponibili. Altri ritengono che ciò che si guadagna nelle materie prime vada perduto, in particolare a causa dell’inadeguatezza dei vecchi materiali rispetto agli attuali standard di isolamento.

Non c’è dubbio che questo settore non manca di interesse. Tuttavia, troverà la sua piena espressione nel combinare il più possibile con tecniche innovative e nuovi materiali.